Serie
La voce e l'arte di

Ogni emissione di questa serie è composta da un volume di almeno 300 pagine (formato CD) rilegato con copertina plastificata opaca, comprendente un'ampia biografia, una presentazione critica, la cronologia teatrale e concertistica completa, i repertori (per titolo, per ordine alfabetico d'autore, per data di prima esecuzione), fotografie in costume di scena e private, la discografia dettagliatissima, altre eventuali appendici.
I CD allegati costituiscono invece la riproposizione della discografia integrale da studio (opere complete escluse) tratta da esemplari in perfette condizioni e riversati nella tonalità esatta dello spartito, senza l'intervento di alcun filtro per la correzione del suono. Il prezzo del volume è generalmente equiparato a quello di un CD.

CLAMA CD 29 - Galliano Masini

GallianoMasinicoplib.jpg

Galliano Masini, livornese puro sangue, condivide con il veronese Giuseppe Lugo un invidiabilissimo primato: fu il proprietario di una delle due più belle voci assolutamente tenorili degli anni tra il 1900 ed il 1950. Sono ancora in vita molti tra coloro che ebbero la fortuna di ascoltarlo, e non è perciò difficile trovare la conferma più ovvia a questa categorica affermazione.
Per fortuna, i dischi che incise per tre Case fonografiche italiane risultano testimoni fedeli di quanto asserito sin qui, come dell'affermazione riportata sui testi musicali che "egli fu tra gli interpreti più noti del repertorio verista italiano, con particolare predilezione per Puccini", autore tra l'altro anche dell'opera del suo debutto (Tosca). Di temperamento pugnace, fu uno dei cantanti prediletti da Mascagni, che vide in lui l'interprete ideale per alcuni dei suoi più popolari spartiti, e da Giordano, del quale interpretò in modo perfetto ed aderente il personaggio di Loris Ipanov da Fedora tanto ricordato da Gianna Pederzini.
Il libro di oltre duecento pagine che accompagna amorevolmente la riedizione discografica non ha nulla a che vedere con qualunque altro in commercio: la cronologia è precisa ed aggiornata, e la discografia riporta anche le registrazioni private delle quali si ha notizia. E' inclusa la registrazione dell'opera Pagliacci, con Onelia Fineschi (alla quale dette la propria immagine Gina Lollobrigida) e Tito Gobbi e di alcuni duetti inediti, ma di grandissima importanza.